La Cima Viòz - Rifugio Scoiattolo Pejo

LA CIMA VIòZ

Dall'alto dei suoi 3.645 metri di quota, la Cima Viòz rappresenta una delle mete più ambite e suggestive di tutto il gruppo dell'Ortles-Cevedale. Nonostante la quota è una delle cime più accessibili, grazie alla possibilità di avvicinamento ed al sentiero che porta in vetta.

Il sentiero per raggiungere la vetta è valutabile EE, e circa 100 metri sotto la vetta si trova il rifugio Mantova al Viòz, dove è possibile rifocillarsi e pernottare. La percorrenza del sentiero è agevole, in caso di neve potrebbero comunque risultare utili piccozza e ramponi per il tratto terminale. La montagna si trova all'interno del Parco Nazionale dello Stelvio, ed è una meta ormai classica e molto frequentata da alpinisti ed escursionisti, sia per la facilità di accesso, che per il magnifico panorama in grado di regalare nelle giornate serene. Dalla cima, e dal rifugio Mantova, è possibile ammirare un panorama a 360°, con le Dolomiti di Brenta, i Gruppi dell'Adamello, Presanella, fino al Gruppo del Bernina e al lontano Massiccio del Monte Rosa.

Partendo dal Rifugio Scoiattolo, il tempo ri risalita varia dalle 2 ore e mezzo alle 4 ore e mezzo a seconda del passo. Il rifugio Mantova va considerato come punto di arrivo dell'escursione. Vi è comunque la possibilità, con adeguata attrezzatura ed esperienza, di proseguire verso il Paon de la Mare e/o il Monte Cevedale. Un percorso alternativo per raggiungere la cima Viòz e rappresentato dal sentiero che porta, dalla cima del nuovo impianto Pejo3000, al ricongiungimento con il sentiero classico che sale dal dos dei Gembri in direzione cima Viòz.

Per quanto la cima Viòz rappresenti una 3.600 'facile' da raggiungere, la montagna non va mai sottovalutata. Quando si affronta una salita di questo tipo è necessario un adeguato allenamento, come pure un'attrezzatura idonea. La Cima Viòz non è posto per bambini troppo piccoli, per animali non abituati alle escursioni e all'alta quota, e ad attrezzature quali calzature da ginnastica o simili, soprattutto in caso di cattive tempo o presenza di neve nell'ultimo tratto, possibile anche nella stagione estiva.

Un famoso detto di montagna recita: "non esistono buone o cattive condizioni metereologice, esiste buona o cattiva attrezzatura".

COSA FARE IN VAL DI PEJO
novita

NOVITÀ 2018 possibilità di pernottare presso il rifugio

Con tutti i comfort di un hotel di lusso ed un trattamento familiare tipico dei rifugi alpini!
Google+